22 luglio 2014

DNB: IL GIRONE DELLA ROBUR ET FIDES 2014-2015



Nel futuro della Robur Varese vi sarà un ritorno in Toscana con un girone che sarà composto da quattro squadre lombarde – Robur, Sangiorgese, Pavia e Mortara – tre formazioni del Piemonte – le neopromosse Oleggio e Borgosesia più la riammessa Cus Torino – e ben otto formazioni toscane: Monsummano, Livorno, Cecina, Piombino, Pistoia, Empoli, Fiorentina e la nobile decaduta Mens Sana. Si torna quindi a un girone già visto un paio d’anni orsono e non ci saranno più le trasferte lungo l’arco alpino fino a Udine e Pordenone.

15 luglio 2014

TORNEO FOSSOMBRONE: LA ROBUR 2003-2004 VINCE ANCHE LA COPPA FORUM SEMPRONII


Come ogni estate presso il comune di Fossombrone (PU) si è svolto il celebre torneo minibasket Coppa Forum Sempronii giunto alla sua 29ª Edizione, quest’anno dedicato ai mini atleti nati nel 2003/2004. Lo storico e prestigioso torneo a cui hanno preso parte 13 squadre si è concluso con la vittoria della Robur et Fides Varese. La formazione varesina, allenata da Martino Rovera e Marco Santambrogio con la collaborazione di Elia Somaschini e Francesco Abbiati, ha sin da subito messo in mostra il proprio valore ottenendo il primo posto nel girone senza troppe difficoltà superando in ordine Bacoluca Comerio, Leoncino Mestre, Minibasket Roseto, Pallacanestro Trieste, Hinterland Pesaro/Urbino e Basket Daverio. Dopo il passaggio del turno, la compagine varesina ha affrontato successivamente le formazioni di Teramo e dell’Azzurra Trieste, rispettivamente nei quarti e in semifinale, riuscendo in entrambi gli incontri ad acquisire un buon vantaggio sin dai primi minuti di gioco grazie all’intensità difensiva e alla grande grinta e determinazione. La finale vede il Leoncino Mestre avversario dei varesini, formazione già affrontata e superata di 9 punti nel girone eliminatorio. La partita si è conclusa con la vittoria della Robur per 52-39 sulla formazione veneta. Anche nella vittoria finale i varesini hanno fatto vedere la grande grinta mostrata per tutto il torneo e l’ unione presente all’interno del gruppo, al di là delle indiscutibili qualità tecniche già mostrate durante l’anno.  Anche in questa edizione il torneo è stata una grande festa che ha avuto come protagonisti i tanti bambini presenti, una festa all’insegna del divertimento e dell’amicizia, elementi fondamentali che dovrebbero sempre caratterizzare il minibasket.
Complimenti a: Giovanni Bacchiega, Gianmarco Sorrentino, Samuele Resemini, Lorenzo Badi, Jacopo Alesina, Paolo Lacchin, Kiran Raineri, Giorgio Fiorelli, Matteo Mariotto, Luca Isella, Lorenzo Morello, Kevin Caccia.

04 giugno 2014

UNDER 15 ECCELLENZA: INTERZONA AMARA PER LA ROBUR ET FIDES, STAGIONE COMUNQUE DA INCORNICIARE

Termina a Morciano di Romagna (Rn) la stagione agonistica 2013/2014 della formazione Under 15 Eccellenza. L’interzona, disputata nelle giornate dell’1-2 e 3 giugno, non è riuscita a regalare ai giovani atleti roburini il sogno di approdare alle finali nazionali di categoria, in programma dal 29 giugno al 5 luglio a Padova.
Eppure il concentramento con Azzurra Trieste, Scavolini Pesaro e San Giovanni Valdarno ha regalato emozioni ed anche qualche illusione, visto che nella prima giornata i roburini hanno clamorosamente battuto i triestini dei nazionali De Marchi e Donda (quest’ultimo un lungo di 207 cm.) per 64-60, al termine di una vera e propria battaglia. Peccato solo che a pochi minuti dal termine capitan Masotti e soci conducevano con ben 9 lunghezze di vantaggio, che sarebbero stati utili in vista dell’ultima e decisiva sfida con San Giovanni Valdarno in termine di differenza canestri complessiva.
Da segnalare comunque, in questa prima gara del concentramento, la prova balistica di Cadario (29 punti con 7/11 da 3 punti) nonostante la marcatura davvero asfissiante degli esterni triestini, i 14 rimbalzi di un sempre più concreto Corti, la presenza di Fiamberti ed Aspesi sui due lati del campo e l’energia di un positivo Paloschi. Ma la chiave è stata soprattutto la prova difensiva di squadra, che è riuscita a limitare i pericolosi attaccanti triestini.
Nel secondo incontro la Robur si è dovuta arrendere alla ‘’corazzata’’ Scavolini Pesaro, formazione assai ostica e con un organico profondissimo, in cui emerge la ‘‘stellina’’ Serpilli, 200 cm. , esterno talentuoso in grado di spostare da solo gli equilibri in campo. Il finale di 63-45 per i marchigiani ha comunque messo in evidenza che la Robur è in grado di poter tenere il campo anche contro squadre in questo momento più attrezzate.
Nel terzo e decisivo incontro, che la Robur avrebbe anche potuto perdere con uno scarto massimo di 3 punti per poter accedere alle Finali Nzionali, la stanchezza dovuta alle rotazioni ridotte non ha consentito ai biancoblù di esprimere il suo vero potenziale. San Giovanni Valdarno si è dimostrata più pronta e decisa nel cogliere una vittoria (72-59 il finale) che l’ha proiettata tra le migliori 16 squadre italiane di categoria. Solo nei primi 6’ del terzo periodo la Robur ha avuto uno sprazzo importante che le ha consentito di portarsi dal 26-37 al 41-40, ma i toscani hanno ripreso in mano le redini del gioco concludendo vittoriosamente l’incontro.
L’esperienza maturata in questi tre giorni si può considerare in ogni caso positiva, tenendo oltretutto conto che la squadra è arrivata all’appuntamento con due giocatori chiave infortunati (Borsani e Mottini) che avrebbero consentito di elevare il livello qualitativo del gruppo. Ed anche nella tre giorni in terra romagnola alcuni problemi fisici hanno condizionato non poco altri giocatori.
Comunque va fatto a tutti un grosso applauso, perché nessuno si è mai tirato indietro e tutti hanno dato il 100% delle proprie possibilità, credendo fino all’ultimo di poter far diventare un sogno realtà.
Un ringraziamento  per l’impegno profuso va fatto quindi a :
Marco Fiamberti, Roberto ‘’Bob’’ Turolla, Andrea Paloschi, Alessandro Masotti, Mirko Aspesi, Paolo Bellotti, Marco Corti, Jacopo Guadagna, Matteo Biolghini, Davide Cadario, Alessandro Colasuonno, Jean Assui, oltre ovviamente a Matteo Borsani ed Andrea Mottini, che hanno sofferto in panchina durante le partite dei loro compagni.
Un grazie anche per la preziosa collaborazione all’assistente Raimondo Diamante, al fisioterapista Alberto Barausse ed all’accompagnatore Mauro Bonvini, che ha sostituito per l’occasione l’indisponibile Lorenzo Lippolis.
Infine, ma non per minore importanza, un grazie a tutti i genitori che hanno condiviso con noi questa esperienza ed hanno supportato il gruppo in ogni momento della manifestazione.
Un arrivederci a presto!!!!
Giovanni Todisco